Home inHeritage Rete Beni Culturali Iniziative Contatti

Archivio del Libero sindacato minatori di Cave del Predil


Archivio del Libero sindacato minatori di Cave del Predil, anno 1958
Archivio del Libero sindacato minatori di Cave del Predil, anno 1958

Storia dell’ente
Il Libero sindacato minatori di Cave del Predil si costituisce nel settembre 1948. Il motto d’ispirazione del Comitato costitutivo dell’organizzazione sindacale è «Uomini Liberi nel Sindacato Libero». La sua formazione anticipa di poco la definitiva rottura dell’unità sindacale che si verifica a livello nazionale, dovuta all’uscita delle correnti sindacali cattolica e repubblicana dalla Cgil (Confederazione generale italiana del lavoro). Nel 1949 aderisce alla Lfilie (Libera federazione italiana lavoratori industrie estrattive) e nel 1950 entra a far parte della Cisl (Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori).
Il Libero sindacato minatori di Cave del Predil è guidata da un Consiglio direttivo di nove membri che vengono eletti dagli iscritti – i quali sono 177 nel 1951, sfiorano i 300 nel 1958, calano a 213 nel 1962 e rimangono sotto i 200 dall’inizio degli anni Settanta anche in accordo alla curva discendente del numero degli occupati alla miniera –. Organizza i lavoratori e partecipa agli organi della rappresentanza sindacale del complesso minerario: prima la Commissione interna – esprimendo costantemente al suo interno la componente impiegatizia –, poi il Consiglio dei delegati – che viene denominato Consiglio di miniera Raibl e che è diretto da un Comitato esecutivo – e infine la Rsa (Rappresentanza sindacale aziendale). Aderisce alla Federestrattive Cisl attraverso il Libero sindacato provinciale minatori di Udine.
Nel 1991 la cessazione delle attività estrattive nel sito minerario di Cave del Predil – Raibl determina lo scioglimento del Libero sindacato minatori di Cave del Predil.

Album Fotografico


Soggetto produttore

Denominazione
Libero sindacato minatori
Data di esistenza
1948 - 1991

Complesso archivistico

Estremi cronologici
1947 - 1991
Consistenza
24 buste e 83 fascicoli, per un totale di 1.80 ml
Descrizione dell’archivio
Archivio della rappresentanza sindacale Federestrattive Cisl – Libero sindacato minatori presso la miniera di Cave del Predil – Raibl. Conserva materiali relativi all’organizzazione interna e all’attività sindacale, al tesseramento e all’assistenza agli iscritti, alla contrattazione e alle vertenze – documenti politico-programmatici, elenchi di lavoratori, piattaforme e verbali di accordo, registri di gestione della contabilità, registri di protocollo e corrispondenza, relazioni economiche e tecniche, schede e verbali di elezione degli organi direttivi, verbali delle sedute della Commissione interna, rassegna stampa –. Conserva infine materiali a stampa, divulgativi e informativi, relativi a contratti collettivi nazionali di lavoro, disposizioni di legge, regolamenti. I materiali si presentano attualmente distinti in tre sezioni, ciascuna condizionata in maniera differente e servita da un proprio elenco di consistenza o inventario. La prima si compone di 6 buste 1948-1975; 1991), la seconda di 18 buste (1949-1967), la terza – oggetto di riordino nel 1999 – si articola nelle cinque serie “Attività interna”, “Attività sindacale”, “Rapporti con livelli sindacali diversi”, “Varie”, e “Documentazione” per un totale di 83 fascicoli (1947-1980). Dal giugno 2016 la Cisl Alto Friuli ha depositato il fondo archivistico presso la Cassa Edile della Provincia di Udine, consegnandolo al Museo del Patrimonio Edile Cantîrs.
Ordinamento e strumenti di ricerca
L’archivio, inventariato solo parzialmente, è dotato di strumenti di corredo.
Indirizzo web

Soggetto conservatore

Denominazione
Cassa Edile di Mutualità ed Assistenza di Udine
Luogo di conservazione

 indirizzo: Via Monte San Marco, 56 Udine

 telefono: +39 0432 546377 - e-mail: cema@cassaedileud.it

 indirizzo web: www.cassaedileud.it